NASCITA DI UN SOGNO

LUIGI ZAINIEra il 1913, a Milano si viaggiava in carrozza ed in via De Cristoforis, una traversa di Corso Como, indirizzo oggi sinonimo di mode e tendenze, un giovane Luigi Zaini creava la sua prima “Fabbrica di Cioccolato, Cacao, Caramelle, Confetture e affini”.

Il sogno di Luigi Zaini era quello di accontentare tutti i desideri di dolcezza, sosteneva infatti il giovane imprenditore:
Tutti gli esseri umani sono differenti, perché allora non creare tanti cioccolati e caramelle, diversi per ciascuno di loro?”.

Creare un’offerta molto ampia dei propri prodotti, in quegli anni rigorosi (si avvicinava la Prima Guerra Mondiale) fu un pensiero assolutamente anticipatore, visionario.
La competenza e l’entusiasmo che Zaini profuse nella sua impresa la fecero decollare immediatamente, tanto che la fabbrica dovette in breve essere trasferita in Via Imbonati, dove ha tutt’ora la sua sede principale.

La Luigi Zaini S.p.A. è una Fabbrica di cioccolato e caramelle che si trova all’interno della città di Milano e il suo profumo di cioccolato seduce da sempre i passanti e gli abitanti del quartiere.

TOP

PRODOTTI E IDEE CHE HANNO FATTO STORIA

Figurine FOTO SPORTNella Fabbrica di Via Imbonati, tra i tanti prodotti, viene concepita Emilia: il celebre block di cioccolato fondente extra, declinato anche in cacao, gocce, crema, cui viene affettuosamente dato il nome della cuoca di casa, una donna che si rivelò oltremodo preziosa qualche anno più tardi nel sostenere la moglie di Luigi Zaini, Olga, trovatasi improvvisamente ad occuparsi da sola della gestione della fabbrica e della famiglia.

Sempre in quegli anni nasce l’idea dei cioccolatini “Foto Sport”: praline nel cui incarto sono contenute le figurine dei più importanti calciatori e atleti del momento.

L’idea delle figurine sportive da scambiare e collezionare spopola immediatamente, le citerà perfino Leonardo Sciascia in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, ricordando che fu attraverso quelle figurine che si appassionò al calcio da bambino.

L’idea dei cioccolatini “Foto Sport” permette alla Zaini di varcare i confini di Milano ed essere conosciuta e apprezzata in tutta Italia. Il decennio si chiude con la Grande Crisi del ’29, ma anche in quegli anni Luigi Zaini persegue il suo sogno, guardando avanti e reinvestendo sempre in macchinari all’avanguardia.

TOP

UNA DONNA MOLTO SPECIALE

OLGA ZAINIInaspettatamente nel 1938 Luigi Zaini viene a mancare, non prima di aver affidato ai suoi dipendenti un toccante testamento morale e a sua moglie Olga l’incarico di proseguire la sua opera.

Olga Zaini è una donna giovane, straordinariamente affascinante, impegnata nel crescere i due figli e altri due bambini nati dal precedente matrimonio di suo marito, che non parrebbe destinata a condurre un’impresa, con le sue complessità e alle soglie di un nuovo conflitto bellico.
E invece questa donna, audace e volitiva, guiderà l’Azienda di famiglia con fermezza, grande capacità di visione e intuizione.

Sarà una delle prime donne imprenditrici italiane e si distinguerà particolarmente nel corso della Seconda Guerra Mondiale quando, senza perdersi d’animo, di fronte alla sua fabbrica distrutta dai bombardamenti, la ricostruirà a tempo di record, rilanciandone la produzione.

TOP

DAGLI ANNI DEL BOOM AD OGGI

Dagli anni del boom economico ad oggiNegli anni ’50 i due figli di Olga e Luigi Zaini, Vittorio e Piero, entrano in forza nell’Azienda, assicurandole un ulteriore sviluppo, sia in Italia che verso i mercati esteri.

Alla sede di Via Imbonati se ne aggiunge una seconda a Senago, alle porte di Milano, ed una piattaforma logistica a Pavia
.
In quegli anni sulla confezione del block fondente Emilia compaiono le famose “ricette dello Zio Piero” prelibatezze al cioccolato da realizzare a casa.

La produzione di cioccolatini e caramelle “per tutti i gusti” come da indicazioni del fondatore prosegue, vestendosi di nuove confezioni e arricchendosi di ovetti al cioccolato, contenenti sorprese firmate dalle più prestigiose aziende di licensing e di una speciale linea di caramelle destinate alla farmaceutica.

A guidare l’Azienda oggi sono i figli di Vittorio: Luigi e Antonella, che con immutata passione e dedizione proteggono e rilanciano il progetto di famiglia, con un’ottica di avanguardia, ma sempre attenta alla cura della qualità e della tradizione trasmessa dai loro predecessori.

I prodotti Luigi Zaini sono oggi distribuiti, oltre che in modo capillare in tutta Italia, in 50 Paesi del mondo… e la storia continua.

TOP